83 visitatori online
Banner
Home
Menu Principale
Home
Cosa è Peruan-Ità
Disclaimer
I 100 anni di MacchuPicchu
Interviste e reportage
La radio dal passato ...
Notizie
Boletín: "Il Perù a Milano" (Consulado General del Perú en Milán)
Le Foto
Artisti
Personaggi
Articoli archiviati dal 2008
Archivio testi 1999-2008
FACEBOOK GROUPS
Mappa del sito
Area riservata
Corrispondenti
Redazione Italia
Dal Perù
Redazione World
Banner
Pagina FB
 
 
I più letti
San Martìn de Porres ( 3 novembre) PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Indice
San Martìn de Porres ( 3 novembre)
pagina2
pagina3
pagina4
Tutte le pagine

Nel 1595 il mulatto Martìn, figlio di Anna Velasquez e di padre sconosciuto, si presentò come 'oblato' alla comunità del Capitolo dei Frati Predicatori e gli fu consegnata la tonaca bianca con uno scapolare nero. Ma senza cappuccio." Infatti i canoni non permettevano l'accesso agli ordini da parte dei figli d'unioni tra soggetti indios o negri, meticci, mulatti e simili. Più tardi il padre lo riconobbe, affinché fosse cancellato l'obbrobrio dell'atto battesimale, dove si leggeva che era figlio di uno sconosciuto. "Nel convento di Santo Domingo si aveva in quel tempo il centro più importante di studi filosofici e teologici dell'America. Martìn il donato, faceva pulizia sotto i portici - dove professori e studenti conducevano dotte disquisizioni - e ricordava le dispute del suo maestro, il peluquero, sull'uso del sangue di piccione..."

Nel convento la vita tra i religiosi non era certo perfetta e Martìn si ritrovò a subire i modi piuttosto bruschi che molti dei cento frati usavano nei confronti della servitù, abituati a trattare gli umili con la durezza dei conquistatori. In quel tempo Martìn scoprì il valore della preghiera e in special modo del rosario che gli pareva una scuola continua di umiltà e donazione.  Quando verso il 1600, con il sopraggiungere di una carestia il convento fu in grosse difficoltà, al Priore che lo mandava sempre più spesso al mercato a vendere suppellettili e roba preziosa per farvi fronte, un giorno Martìn, che aveva allora 21 anni, propose di essere venduto come schiavo, perché aveva osservato la vendita degli schiavi nel patio del governatore e i prezzi che venivano offerti per schiavi giovani e forti.

Il "fra' Martino campanaro" della canzoncina che conosciamo tutti è riferito a Lui! Oltre a fare i lavori più umili Martìn cominciò a collaborare con il Frate Infermiere e poi, diventato questi vecchio, lo sostituì completamente: doveva assistere gli ammalati, ripulirli durante il giorno, distribuire le medicine, rifare le fasciature, confortare i sofferenti... Uno studioso, che curò un libro su San Martìn e l'arte medica, si meravigliava che "il giovane frate, oltre alle incombenze della peluquerìa, alle campane da suonare, alle preghiere corali, alle penitenze personali, al servizio ai malati interni e le premure per i poveri d'ogni specie, trovasse modo anche di curare i malati fuori del convento", come i carcerati della prigione che si trovava poco distante dal convento e che subivano ogni sorta di maltrattamenti.
A un condannato a morte, che fu graziato in extremis, dopo le preghiere di Martìn, provvide in tutto e per tutto, perché potesse ricominciare una vita nuova. Due ladruncoli recidivi, che Martìn aveva conosciuto in carcere, e che si erano rifugiati in infermeria per sfuggire alle guardie, rischiarono di far rispedire in Spagna il Priore del convento per insubordinazione e favoreggiamento.

Era impressionante come riuscisse a provvedere a veri interventi chirurgici d'emergenza e precedesse il medico del convento nel diagnosticare e curare le malattie più gravi. Doveva conoscere molto più di quanto non sembrasse i principi teorici e la pratica della medicina, come era applicata a quei tempi nella Colonia. Già in quei primi anni si usavano molti rimedi naturali e Lui cercava sempre nuove erbe per i suoi malati. Cominciò a circolare la voce che l'aiutante faceva miracoli...: si difendeva sostenendo che erano le medicine, o il rosmarino e le preghiere di quel santo padre o di quella santa madre



 

Banner
News in breve
Link utili
Banner