56 visitatori online
Banner
Home Intervento all'incontro su peruviane e peruviani a Milano
Menu Principale
Home
Cosa è Peruan-Ità
Disclaimer
I 100 anni di MacchuPicchu
Interviste e reportage
La radio dal passato ...
Notizie
Boletín: "Il Perù a Milano" (Consulado General del Perú en Milán)
Le Foto
Artisti
Personaggi
Articoli archiviati dal 2008
Archivio testi 1999-2008
FACEBOOK GROUPS
Mappa del sito
Area riservata
Corrispondenti
Redazione Italia
Dal Perù
Redazione World
Sergio Garcia Rodriguez
Banner
Pagina FB
 
 
I più letti
Intervento di Sergio Garcia all'incontro su peruviane e peruviani a Milano PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 9
ScarsoOttimo 
Mercoledì 10 Dicembre 2008 22:57
Indice
Intervento di Sergio Garcia all'incontro su peruviane e peruviani a Milano
page 2
page 3
Italiano
Italiano page 2
Italiano page 3
Tutte le pagine

Con Radio Meneghina siamo stati i pionieri nel dare voce agli artisti più importanti del Perù. Dai mitici personaggi della lirica Alejandro Granda, Luis Alva, Ernesto Palacio Juan Diego Florez, ai poeti, pittori e scrittori che oggi sono conosciuti anche dal pubblico italiano. Nonostante a Milano siano state organizzate dai peruviani opere importanti come la Misa Andina del maestro Alejandro Nunez Allauca, presentati libri e saggi, vi è una sorta di esclusione dai grandi eventi della città. I Festival, spettacoli e rassegne culturali di un certo rilievo fino ad oggi hanno escluso la partecipazione dei più noti artisti peruviani.

Una delle eccezioni è rappresentata dal festival dialettale Milanocanta di che negli anni passati ha visto come protagonista Patty Lardi che ha interpretato una bellissima canzone in milanese del maestro Barzaghi ricevendo lusinghieri apprezzamenti sia dal pubblico che dalla critica . Sempre a proposito della musica quale punto di incontro e integrazione, un riferimento della comunità afro peruviana a Milano, una grande artista, uno spirito libero e tormentato dal costante interesse nel rinnovamento.

Mentre lancia i suoi proclami in difesa dei neri con la sua musica, interpreta al contempo l’amore, un amore che ha qualcosa acquisito in questa città, - lo spirito milanese – quello di scegliere senza pregiudizi , di scegliere quello che le piace. Ci sono donne che con il loro talento, la loro infinita versatilità e la nobiltà dei gesti riescono a creare e proporre l’essenza più pura dello spirito umano, quella che esprime il vero artista. Parlo di Ana Charun, nostra coordinatrice culturale e rappresentante degli afro peruviani che stasera, qui alla Palazzina Liberty, proporrà una sorpresa .

Ma seguendo il filo della ricerca storica ci ha portato a divulgare al grande pubblico i personaggi milanesi e italiani semisconosciuti o ignorati in questo paese, personaggi come Antonio Raimondi o Joseph Rossi, o lo stesso Giuseppe Garibaldi che ottenne la cittadinanza peruviana, o le compagnie dei Pompieri Italiani con i loro martiri (giovani italiani fucilati durante la guerra del Pacifico, e come non citare il primo governatore italiano di uno stato estero; il napoletano Niccolò Caracciolo che governò il Perù durante la colonizzazione spagnola. Già da allora si parla dell’influenza italiana nella cultura peruviana. Non vi è peruviano che non conosca la figura del milanese Antonio Raimondi. Emigrato dall’Italia per 17 anni percorre in lungo e largo il Perù e trascorre i successivi, studiandone e trascrivendone la geografia, la flora e fauna, la storia, l'etnografia ed il suo folclore. I suoi libri che compongono "Il Perù" è una delle prime opere in cui cerca tracciare e spiegare la ricchezza di tutto il paese che di fatto crea un senso unitario della nazione peruviana. Egli è a ragione, considerato come "lo scopritore del Perù moderno."

Da quando l’immigrazione ha assunto proporzioni maggiori, è anche grazie ad associazioni come la nostra, che Milano ha imparato a conoscere meglio una cultura che di italiano ha molto, anzi, tantissimo. Infatti si può affermare che c’è molta più Italia in Perù che viceversa. La cucina, la politica, l’economia: in ogni campo la presenza italiana è molto forte. Visto il periodo come non parlare del dolce tipico milanese il panettone. Non tutti sanno però che il Perù è uno dei maggiori paesi consumatori di panettone al mondo. A Natale, è tradizione radicata come in Italia, che in ogni famiglia ci sia in tavola il panettone, rigorosamente di marca italiana. Oggi i peruviani, con tutte le loro contraddizioni, sono sicuramente una risorsa importantissima all’interno del tessuto sociale milanese. Non solo per l’apporto ai lavori manuali, ma anche per il grado d’istruzione che vede tecnici, operai specializzati senza dimenticare il buon livello degli infermieri, non mancano gli intellettuali e altre categorie di rilievo. Oltre al lavoro la comunità peruviana ha portato le proprie tradizioni che ben si sono integrate nel tessuto sociale milanese ad iniziare dalla processione del Senor de los Milagros che quest’anno ha visto la partecipazione del cardinale Tettamanzi e la presenza di oltre 7000 persone, cittadini di nazionalità e estrazione sociale diversa, uniti nella celebrazione di una manifestazione di culto tra le più importanti per l’America Latina e in modo particolare per il Perù e oggi possiamo dire anche milanese .

Informazione, promozione culturale, cronache di ieri e di oggi che ormai fanno parte della nostra storia. La linea conduttrice lungo questi anni oltre alla cultura è stata la musica, perché la musica è un mezzo di comunicazione che documenta le cronache di diversi periodi della nostra storia comune. È la musica che racconta quello che è successo, è qualcosa di più che una moda o un semplice suono. La musica creola in particolare racconta la storia di un popolo che nasce da un miscuglio di etnie diverse, che porta con sé il peso di essere crocevia di popoli e di culture eterogenee. La musica è l’arte che parla di noi. I ritmi peruviani, non sono solo andini. È la musica creola quella nata dalla fusione dei ritmi europei, africani che a contatto con gli autoctoni hanno formato questo genere musicale che racchiude tutta la nostra storia, quella che riesce ad unire le melodie e il ritmo con la lirica dei poeti popolari.

Oltre alla radio ed agli eventi presentati dal vivo, l’associazione attraverso il proprio sito web (www peruanita.org ) aggiornato continuamente, ha creato un punto di incontro virtuale e pratico, dove tutti possono accedere e conoscere le varie sfaccettature della realtà italiana e peruviana in Italia e non solo. Infatti alla nostra attività informativa partecipano e danno contributi le varie comunità dei peruviani nel mondo, e questo scambio reciproco è una parte fondamentale per lo scambio di conoscenze e in particolare per Milano. Una promozione spontanea la nostra per la città di Milano a livello Mondiale, iniziata già da prima che le fosse assegnato l’expo del 2015. Dagli ultimi dati in nostro possesso le nostre trasmissioni in differita, grazie a internet, sono seguite oltre che dall’America latina, in Giappone, Australia e negli Stati Uniti per citarne i maggiori.



 
Banner
News in breve
Link utili
Banner
 
Ultime su Google dal Perù
Noticias destacadas - Google Noticias