70 visitatori online
Banner
Home Redazione World
Menu Principale
Home
Cosa è Peruan-Ità
Disclaimer
I 100 anni di MacchuPicchu
Interviste e reportage
La radio dal passato ...
Notizie
Boletín: "Il Perù a Milano" (Consulado General del Perú en Milán)
Le Foto
Artisti
Personaggi
Articoli archiviati dal 2008
Archivio testi 1999-2008
FACEBOOK GROUPS
Mappa del sito
Area riservata
Corrispondenti
Redazione Italia
Dal Perù
Redazione World
Banner
Pagina FB
 
 
I più letti
PDF Stampa E-mail
Sergio Garcia Rodriguez - Corrispondenti

Si dice che il Sig. dei Miracoli è stato e continua ad essere un fenomeno socioculturale della presenza africana nel nostro paese anche attraverso i loro discendenti, come nel caso del Calcio e del movimento che implica la tifoseria dell“Alianza Lima."  Dentro la processioneci sono molteplici elementi di origine africana dai vestiti, violetti con i cordoni bianchi dei devoti alle figure delle sahumadoras (incensatrici) carismatiche figure, guardiane della tradizione e di tutto quello che circonda la celebrazione. Come la presenza della gastronomia che ha proprio nella tradizione deliziosi manicaretti quali il Torrone di Dona Pepa Tutti questi elementi fanno si che l'intera nazione ci si identifichi . 
 
Oggi i peruviani che vivono in Italia ripetono quella manifestazione di carattere popolare professando la loro fede e speranza. In Italia il fervore religioso dei cattolici peruviani è vissuto attraverso diverse manifestazioni una di queste è la processione che coinvolge tutti per tutto quello che rappresenta e per quello gira al suo interno- Senza dubbio una iniezione di vitalità nelle abitudini e tradizioni italiane, quizà sta menzionare che esistono differenze che si generano per sedimenti culturali che arrivano di alcuni constatazione amichevoli del mondo introdotti per gli imigrantes e che portano bene per esempio a casi di crònicas màs negativas,citamos il caso della scuola araba e tutto quello che Lei hablò sulle scuole coranicas,lo che si nasconde come fanatismo religioso,intolerancia dando come risultato l'avvicenda sfiducia che si genera. 
 
Questo non dovrebbe generalizzarsi infelicemente succede come, i Mass Mezzi non prende come in considerazione con la dovuto seriedad,cuando qualcosa positivo sucede,estamos parlando della massiccia partecipazione di cittadini nella processione del Sig. dei Miracoli che uniscono stranieri ed italiani In questo caso quizà serio opportuno fare sapere che anche gli stranieri portano un sedimento importante e non sòlo nella cosa economica se non nella cosa culturale.  
 
Sta rimarcare la reflexiòn che tutte le religioni di una forma o un'altra influenzano la coscienza della gente per bene o per male e che ognuna merita rispetto. Sebbene è certo che bisogna rispettare tutte le manifestazioni religiose ed il diritto al libero culto è anche imprescindibile che non siano tollerati oltraggi di manipulaciòn informativo in questione per un certo settore della destra e della sinistra. L'imigrante està legato al rispetto delle leggi e naturalmente della constituciòn italiana. 
 
Osservando come continua a crescere ogni anno questa manifestaciòn tanto imponente, il nostro desiderio è che i peruviani riescano ad essere qui i migliori ambasciatori del nostro paese in Italia ed in tutto il mondo. Il sedimento sicuramente màs significativo della nuovo imigraciòn peruviano in Italia è il culto al Sig. dei Miracoli che diventa in un punto di incontro, ci sono molti lacci che c'uniscono questo è fàcil di comprovare atravez della storica convivenza quando gli italiani imigraban al nostro paìs. Sappiano che gli italiani ed i suoi discendenti nel Perù furono i migliori ambasciatori del suo paese. Italia nei peruviani suscita un forte sentimento di simpatia quando non è admiraciòn, familiarità o amore che è stato determinante affinché molti prendano la difficile decisione di lasciare il Perù per l'Italia e non un'altra verso naciòn. 
 
Il Perù è stato sempre motivo di orgoglio perché possediamo una cultura millenario riquísima, come Italia; e la partenza del paese che ci vide nascere è, in generale, motivo di dolore infinito ma, contemporaneamente, c'impregna di impulso che ci porta a fare molti sacrifici ed anche a comprendere le cose da un altro punto di vista. 
 
Il fenomeno dell'imigración massiccia di peruviani all'Italia ci gira come quegli italiani imigrantes di prima, ma il processo di questa nuovo imigración non fu-né è - graduale bensì, ma bene, violento, dovuto alla tragedia che significò - e significa - il terrorismo e le pessime amministrazioni nel Perù. Quell'ha causato qualcosa di molto negativo: una certa difficoltà nell'integrazione, qualcosa di assolutamente necessario per superare per riuscire il benessere comune. Per capire quello fenomeno bisogna conoscere meglio il mezzo nel quale viviamo e, soprattutto, imparare a tollerarci più tra tutti ed a potenziare le moltissimi cose che abbiamo in comune ruolo che compete tutti.  
 
Perché, sebbene è certo che molti italiani ostentano e dimostrano il fatto di essere dell'Italia ed ora europei; di uguale forma è certo che molti peruviani ostentiamo il fatto di essere del Perù, il fatto di essere latini; è anche molto certo che gli italiani hanno apportato-ed apportano - al Perù moltissimi abitudini buone e brutte, vizi e virtù e, di uguale forma noi, i peruviani, stiamo facendo anche la stessa cosa in Italia che si stanno unendosi col tempo ed integrandosi la cosa buona e meno buono di entrambe le culture benché, esistano certe difficoltà che dobbiamo superare. 
 
La maggior parte degli italiani che imigraron distendeva ad essere regionalistici anche se provenivano quasi sempre da una stessa regione, come ora lo fanno qui i peruviani, in Italia. Esistono culti di devociòn e festività italiane che gettarono lacci nel nostro paìs e sono numerose, citiamo la devozione a santi italiani che si venerano in Perù quali San Benito di Palermo, Santa Lucia, Santa Fortunata, Santa Rita di Cascia e molti màs come nelle compagnie di Pompieri italiane, nel paìs si celebrano il suo giorno con feste che nascono dalla sua origine italiana.)  
 
Ancora i peruviani non abbiamo alla mia opinione ad un personaggio carismatico come simbolo della colonia peruviano quizà per il tempo, mentre gli italiani che imigraron al Perù,tienen come personaggi simbolo della colonia la carismatica figura del genovès Cristóbal Colòn e le sue imprese che finirono per dare come risultato la scoperta dell'America. 
 
Per noi Cristòbal Colòn è il simbolo che ha molto da vedere con la nostra historia,nuestra abitudine e tradizione atravès degli italici perché in quell'epoca erano ancora reynos,luego gli italiani in Perù c'è escojido al grande milanès il saggio naturalista italiano Antonio Raimondi come rappresentanti della colonia italiana nel Perù. Annotiamo l'esistenza di antichi vincoli che uniscono al Perù ed Italia e tutti i paìses del Nuovo Mondo si sentono nascosti nelle màs varie manifestazioni del Folclore. Màs concretamente questo riguarda i milioni di emigranti italiani che forgiarono una storia in tutto il continente e nel caso specifico del Perù è nesesario dividere due tappe fondamentali; La prima è l'antica presenza italica in in Perù. In secondo posto le successive onde di immigraciòn diluito nel tempo che ha dato come risultato il sedimento culturale italiano nel Perù forgiando una nuova identità che tentiamo di fare conoscere atravès del nostro trasmisiones "Perù anche italiano la musica della costa”en quella che ci siamo occupati per settimane del fatto che hanno a che vedere con la presenza italiana nel nostro continente per fare conoscere tante storie che infelicemente aùn non è stato considerato per i grandi mass mezzo quizà questo è la conseguenza di un certo tipo di snobismo di rossa ideologia e culturale che sposa la comunicaciòn   e nutre la desinformaciòn.  

 


 

 

 

Banner
News in breve
Link utili
Banner
 
Ultime su Google dal Perù